Generale Alessandro Butticè delegato a rappresentare la ANCRI anche presso gli organismi internazionali

535
Alessandro Butticè

Agenpress. Il presidente dell’Associazione Nazionale Insigniti al Merito della Repubblica (ANCRI) Tommaso Bove delega a rappresentare gli insigniti presso gli organismi internazionali il Generale (r) della G.diF. Alessandro Butticè, già delegato dell’ANCRI per il Belgio, l’Unione Europea ed il Consiglio Atlantico. Butticè ha recentemente ricevuto anche la delega per il coordinamento delle delegazioni all’estero dell’Associazione Nazionale Insigniti OMRI.

Il Generale (r) della Guardia di Finanza Alessandro Butticé, Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, è stato delegato dal presidente Nazionale ANCRI Tommaso Bove a rappresentare l’Associazione degli Insigniti presso gli organismi internazionali.

La Delega si aggiunge a quella di Delegato per il Regno del Belgio, il Consiglio Atlantico e l’Unione Europea. Per effetto di tale delega al Generale Butticè è stato attribuito anche il coordinamento delle 16 Delegazioni ANCRI all’estero.

Il generale, nell’accettare il nuovo impegno associativo ha risposto: “Onorato da tale delega, come Patriota italiano ed europeo, mi impegno a contribuire, assieme agli amici delegati all’estero, a difendere i valori associativi, costituzionali e repubblicani, che includono la costruzione europea, in Italia, in Europa e nel mondo.”

Ma vediamo chi è il Generale Alessandro Butticé.  Primo ufficiale non solo della Guardia di Finanza, ma anche di un Corpo di polizia e delle Forze armate italiane ad essere distaccato, nel 1990, presso i servizi antifrode della Commissione Europea. 

Ha personalmente contribuito,  nel 1999, alla creazione, dell’Ufficio Europeo per la Lotta alla Frode (OLAF), dotato di assoluta indipendenza nella sua funzione di indagine su tutto il territorio dell’UE e all’interno delle proprie istituzioni.

Sino al 2009, è stato portavoce del primo Direttore Generale dell’OLAF (l’Ufficio Europeo per la Lotta alla Frode), il compianto procuratore bavarese Franz-Hermann Bruener e capo della comunicazione dell’Ufficio, e poi capo dell’unità indagini sulle spese dirette e gli aiuti esterni dell’UE. É stato anche il creatore ed l’animatore della Rete dei Comunicatori Antifrode dell’OLAF, per quasi un decennio. Rete che racchiude i responsabili della comunicazione delle forse di polizia, dogane e servizi investigativi finanziari dei 28 Stati membri dell’UE.

È stato poi anche capo della Comunicazione Istituzionale della Direzione Generale del Mercato Interno, Industria e Imprese della Commissione Europea, chiamato i tale incarico dall’allora Vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani.

Nel 2014 si è congedato dalla Guardia di Finanza e, dopo aver rivestito le funzioni di Capo delle Risorse Umane e della Sicurezza nella stessa Direzione Generale, nel 2018 si é congedato anche dalla Commissione Europea.

Svolge attività giornalistica, su temi prevalentemente europei, per diverse testate e si impegna in attività associative e sociali con il principale intento di divulgare i valori che sono stati i riferimenti della sua vita professionale: la legalità e l’amore per le istituzioni, nazionali ed europee.