Laboccetta (Polo Sud): Forza Italia, vera suggestione slogan e battute, non trasformiamo fine di un partito in travaglio personale

421

Agenpress. Con il solito colpo di teatro Berlusconi pensa di aver risolto tutti i disagi, le tensioni, gli scontri, le divisioni, che da mesi Forza Italia sta vivendo. Pensa di cavarsela con quattro battute, definendo coglioni quelli che vanno via e lanciando a dispetto della Carfagna la candidatura in Campania di Stefano Caldoro.

Staremo a vedere nelle prossime ore che ne pensano Salvini e la Meloni. Il Cavaliere vuol far credere di non essere a bordo del Titanic. Ed invece la dura realtà e’ propria questa. Troppi pranzi e cene inutili. Nessuna seria analisi rispetto ad una terribile emorragia di consensi. Sempre gli stessi slogan e le stesse battute.

Presidente Berlusconi l’Italia e’ cambiata; occorrono nuove terapie, nuovi progetti, nuove proposte, e soprattutto nuove parole d’ordine per far tornare la Politica dal suo esilio. Mi vien voglia di dirgli ma perché non esci dal bunker di Arcore e ti confronti con il pensiero semplice del popolo afflitto da una crisi economica gigantesca.

Ho l’impressione, caro Berlusconi, che tu voglia far credere che all’interno di Forza Italia la buriana sia passata. E che tutto e’ tornato sotto il tuo controllo. Ma la gente ha capito che così non e’. Ecco perché serviva una vera rifondazione. Ma la campanella dell’ultimo giro ha già suonato ma forse non l’hai sentita, mi vien voglia di dirti.

Così dichiara in una nota l’ex deputato di Napoli Amedeo Laboccetta.