Venezia: Carfagna, serve quadro normativo a hoc per infrastrutture strategiche

142

Agenpress. “Un quadro normativo e giudiziario che incoraggi gli investitori e garantisca il rispetto dei tempi di costruzione di infrastrutture strategiche e vitali come il Mose. La rapida realizzazione delle grandi opere con leggi obiettivo, investimenti specifici, snellimento amministrativo, corsie preferenziali deve essere una priorità.

Invece, in questi giorni appare evidente che Ilva, Gronda di Genova e Mose sono vicende emblematiche e drammatiche di un’Italia prigioniera da troppo tempo del partito del No, un fronte trincerato dietro una falsa retorica ambientalista che, in realtà, ha colpito le persone, la qualità della loro vita e l’ambiente stesso.

Il mondo è cambiato, la tecnologia ha fatto un salto quantico negli ultimi vent’anni, ma noi non siamo riusciti a realizzare una diga. L’Italia e gli italiani non possono pagare ancora il conto salato della guerra esplicita di certa sinistra e del M5S alle infrastrutture strategiche, alle innovazioni e all’industria”.

Lo afferma Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia