In Europa ci sono altri 4 Mose. Quello tedesco è costato 200 mln di euro

18312
La diga che protegge Rotterdam

Agnepress – “Sono quattro le strutture che in Europa sono state realizzate con compiti simili a quelli del Mose. Quella dalle caratteristiche più vicine all’opera italiana si trova a Bad Ems, in Germania. Ma è costata solo 200 milioni di euro”. Parola di Georg Umgiesser, esperto del Cnr di Venezia.

“La prima – prosegue lo specialista – è quella che si trova sul Tamigi, per proteggere Londra dalle inondazioni, ma è diversa dal Mose. Così come è diversa quella di Rotterdam in Olanda, tante volte citata in riferimento  in questi giorni”.

Il Mose tedesco ha una “profondità e la larghezza della bocca infatti sono paragonabili a quelle di Venezia, anche se in questo caso la barriera si vede, mentre le paratie del Mose sono sott’acqua. A differenza della struttura italiana, costata finora oltre 5 miliardi di euro, per quella tedesca sono stati spesi 200 milioni di euro”.

Se il Mose potesse funzionare infatti  “dovrebbe chiudersi ogni volta che l’acqua supera 1,10 metri, cosa che ora avviene circa dieci volte l’anno – continua Umgiesser – e che in futuro accadrà ancora più spesso, visto l’innalzamento dei mari dovuto al riscaldamento globale. La struttura olandese invece è gigantesca e altissima, e si chiude quando c’è una fortissima inondazione, cosa che è accaduta finora una volta in dieci anni”.

San Pietroburgo in Russia infine si è optato per una diga di 25 chilometri davanti alla baia, con paratie che si chiudono e si aprono”.