Pizzarotti: Di Maio? Non so quanti giorni effettivi abbia mai lavorato in vita sua

363

Agenpress –  “Il “meglio” dipende da noi, nel mio libro ho provato a delineare alcuni degli obbiettivi che dovremmo porci e che qualche volta escono anche dall’agenda di governo, penso ad esempio alle tematiche legate all’ambiente, alle tematiche fiscali non solo in chiave di tasse ma anche di riequilibrio di questa forbice tra i redditi che diventa sempre più ampia creando sempre più scontenti tra chi non riesce ad arrivare a fine mese e chi invece ha troppi introiti e riesce a investire. Il meglio dipende da noi perché non arriverà nessuno che pensi a raddrizzare questa situazione di malcontento generale per noi: occorre che ognuno di noi faccia la propria parte per cercare di ritrovare quel senso di comunità ormai sempre più lontano!”

Così il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, intervenuto a Radio Cusano Campus.

Il senso di società quasi scomparso. “Tra i giovani è sempre più difficile trovare questo senso di società che magari era più diffuso tra i giovani delle generazioni passate! Per questo motivo il gesto dei tre ragazzi di radunare migliaia di persone in piazza a Bologna per la manifestazione delle sardine è stato grandioso: ci sono state polemiche circa i motivi della manifestazione ma questa mossa avvenuta solo tramite passaparola su Facebook è stata grandiosa in un periodo storico in cui assistiamo al diffondersi sempre più di sentimenti negativi quali la paura del diverso o l’odio che invade i tanti social a cui assistiamo giornalmente.

Purtroppo un altro sentimento che è sempre più diffuso ai nostri giorni è l’egoismo e non sarà certo il mio libro a cambiare la società ma almeno parlandone spero di smuovere per lo meno un po’ le coscienze. Soprattutto in grandi città come può essere la Capitale, la gente va troppo di fretta e tende a pensare solo a se stessa. Dovremmo rallentare tutti quanti i nostri ritmi, soprattutto quelli dei nostri figli costretti a fare tanti sport, ad essere super indaffarati tutto il giorno tra scuola e attività pomeridiane: i genitori devono capire che un po’ di sana noia non ha mai ucciso nessuno quindi fermiamoci anche noi ogni tanto a pensare, a prendere la vita più lentamente cercando di pensare più alle altre persone!”

Sullo Ius Soli. “I Dem hanno perso coraggio nel corso degli anni sullo Ius Soli perché prima di andare al governo raccoglievano le firme su questo punto e poi una volta preso il potere non è stato più fatto nulla per paura di perdere voti; ora Di Maio, che non so quanti giorni effettivi di lavoro abbia fatto, si dice sconcertato da questa volontà dell’altra parte quindi direi di spiegare al candido Di Maio che si possono fare anche più cose contemporaneamente soprattutto questo che non è un tema legato a manovre fiscali ma è solo una tematica di buon senso”.