A. Mittal. Codacons: “i legali del governo sono gli stessi della Volkswagen per lo scandalo Dieselgate”

369

Agenpress – Sul caso di ArcelorMittal il Codacons punta il dito contro la scelta del Governo e dei commissari dell’ex Ilva di affidarsi allo studio legale Freshfields Bruckhaus Deringer LLP per la difesa degli interessi pubblici del paese.

Come noto i commissari ex Ilva hanno depositato il ricorso cautelare e d’urgenza, contro la causa promossa da ArcelorMittal per il recesso del contratto d’affitto, un ricorso che è stato affidato a Freshfields Bruckhaus Deringer LLP, uno dei più noti studi legali a livello globale – spiega il Codacons – Tuttavia lo stesso studio ha difeso nelle aule di giustizia grandi aziende proprio contro gli interessi dello Stato Italiano e più in generale dei cittadini. Tra i più importanti casi affidati a Freshfields Bruckhaus la difesa della banca d’affari americana Morgan Stanley nel maxi-processo per i derivati di Stato, per il quale la Procura generale chiedeva un maxi risarcimento da 3,9 miliardi davanti alla Corte dei Conti del Lazio.

Ma lo studio Freshfields Bruckhaus ha difeso anche la casa automobilistica Volkswagen nel corso di un procedimento intentato a Messina per lo scandalo “Dieselgate”, e volta a far ottenere agli automobilisti il risarcimento per le emissioni truccate.

Al di là della competenza professionale dello studio Freshfields Bruckhaus Deringer LLP, che non mettiamo certo in discussione, riteniamo discutibile e inopportuna la scelta di affidare il caso ArceloMittal, che riguarda gli interessi pubblici e la difesa dell’economia nazionale, ad una società che in passato ha rappresentato grandi aziende proprio contro gli interessi dello Stato Italiano e dei cittadini – conclude il Codacons.