Le autorità maltesi soccorrono un barcone con a bordo 70 migranti, anche bambini

387
Immagini di repertorio

Agenpress –  Lo fa sapere Alarm Phone, che ieri aveva sollecitato un intervento. E intanto l’Oim conta nel giro di 48 ore almeno nove imbarcazioni con oltre 600 migranti partite dalla Libia.

In 300 sono sulle navi umanitarie Ocean Viking e Open arms in cerca di un porto. Tra ieri ed oggi tre sbarchi si sono verificati a Lampedusa (125 arrivati). Un picco di partenze, segnala l’organizzazione, che avviene mentre Tripoli e le aree vicine sono sottoposte ad alcuni dei più pesanti bombardamenti dall’avvio del conflitto ad aprile.

Federico Soda, capo missione di Oim Libia, si dice “profondamente preoccupato per la sicurezza dei migranti che sono vulnerabili agli scontri, al traffico ed agli abusi mentre le condizioni di sicurezza si deteriorano ulteriormente. La Libia non è un porto sicuro; c’è bisogno di un meccanismo certo di sbarco per le persone che fuggono dalla violenza e dagli abusi”.