Regimenti (Lega): “Politica UE miope, a rischio cibo made in italy”

801

Agenpress. “L’Unione Europea mette in un angolo il cibo italiano e dichiara guerra ai prodotti ‘made in Italy’, come ad esempio l’olio, il prosciutto e il parmigiano, alimenti noti per essere alla base della dieta mediterranea, la quale oltre a rappresentare un regime alimentare di qualità è soprattutto un corretto e sano stile di vita”.

Lo ha detto l’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti (Identità e Democrazia), membro della Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

“Il sistema Nutri-Score è una minaccia reale per tutti i cittadini italiani – ha aggiunto Regimenti – e bene ha fatto il segretario nazionale della Lega, Matteo Salvini, a denunciare il rischio che questa idea, che banalizza la qualità dei prodotti attraverso l’assegnazione di un colore ad ogni alimento, per dichiararne o meno la bontà, possa rientrare in una futura legislazione europea”.

“L’Ue, purtroppo, è politicamente miope – prosegue l’esponente leghista – e lo dimostra il fatto che ha bocciato la mia proposta di creare a Strasburgo un intergruppo parlamentare per affrontare il problema dell’obesità. Ciò avrebbe permesso di avviare un progetto di studio capace di coinvolgere i migliori esperti del pianeta, anche con l’obiettivo di provare l’elevata qualità del cibo italiano”.

“Auspico una presa di coscienza collettiva, affinché si possa tutelare nel modo più giusto possibile il patrimonio agroalimentare del nostro Paese e l’intera filiera che fino ad oggi ha caratterizzato i piatti e la tradizione gastronomica italiana nel mondo” ha concluso Regimenti.