Trentin (Unaep), su riconoscimento avvocato in costituzione siamo in grave ritardo

533

Agenpress. Sul rafforzamento del ruolo dell’avvocato in Costituzione “l’Italia, benché culla del diritto, sconta un ritardo notevolissimo. Tutelare l’avvocato vuol dire tutelare l’interesse generale a che la giustizia funzioni: è un valore di civiltà giuridica per l’intera collettività”.

A sostenerlo è l’avvocato Antonella Trentini, presidente nazionale dell’Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici (Unaep), in un’intervista a studiocataldi.it.

“La pregnanza dell’attività esercitata dall’avvocato è già riconosciuta con riguardo alla composizione di alcuni organi costituzionali e di rilievo costituzionale e per questo l’assenza di menzione del ruolo nell’ambito del diritto di difesa in giudizio appare quanto mai desueta e tanto più urgente”.

Quanto alle proposte avanzate anche da Unaep sul tema, ricorda l’avvocato Trentini: “abbiamo chiesto da tempo che venga riconosciuta la pienezza del nostro ruolo: quello di dipendente, scelto per pubblico concorso “al fine di assicurare il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione” (art. 97), posto al “servizio esclusivo della Nazione” (art. 98), e quello di avvocato, professionista che, scelto per pubblico concorso, esercita all’interno della pubblica amministrazione la propria attività professionale in posizione di libertà e di indipendenza, nel rispetto delle norme di deontologia forense, che giurano di osservare “nell’interesse esclusivo della Nazione”.

Su questo percorso “tutta l’avvocatura deve essere compatta e unita,perché l’effettività della tutela dei diritti e l’inviolabilità del diritto di difesa, viaggiano inscindibilmente accanto alla posizione di libertà, autonomia e indipendenza nella quale l’avvocato esercita la propria attività professionale, in posizione di parità tra le parti nel processo. Tutelare l’avvocato vuol dire tutelare l’interesse generale a che la giustizia funzioni: è un valore di civiltà giuridica per l’intera collettività”, conclude il presidente di Unaep.