A. Mittal. 2019 chiuso con perdita di 2,5 mld di dollari. “E’ stato un anno molto difficile”

668

Agenpress –  Arcelor Mittal chiude il 2019 con una perdita netta di 2,5 miliardi di dollari. Lo rende noto il colosso dell’acciaio, sottolineando però che per il 2020 “i segnali indicano che il rallentamento della domanda inizia a stabilizzarsi e ci aspettiamo che la domanda nei nostri mercati core aumenti”. Il quarto trimestre dell’anno scorso si chiude con una Ebitda di 925 milioni di dollari, meglio delle stime degli analisti che avevano previsto una Ebitda di 847 milioni di dollari.

“Il 2019 è stato un anno molto difficile e diversi fattori hanno pesato sui risultati: il rallentamento della crescita economica, una bassa produzione nel settore auto e un calo della domanda di acciaio nei nostri mercati core”, ha spiegato Aditya Mittal, presidente e direttore finanziario di Arcelor Mittal durante la conference call, illustrando i conti del gruppo per il 2019. Tuttavia, ha aggiunto, la società è “riuscito” a ridurre il debito “al livello più basso di sempre” a 9,3 miliardi di dollari e “puntiamo a ridurlo a 7 miliardi di dollari entro la fine dell’anno”.