Inchiesta Alitalia: Codacons si costituisce parte offesa

445

Agenpress. Il Codacons si costituisce parte offesa nell’inchiesta della Procura di Civitavecchia sulla gestione della compagnia di bandiera, che vede 21 indagati eccellenti accusati a vario titolo di bancarotta fraudolenta aggravata, false comunicazioni sociali e ostacolo alle funzioni di vigilanza.

“Se si arriverà a processo, il Codacons interverrà in rappresentanza della collettività chiedendo un maxi-risarcimento nei confronti dei soggetti che saranno ritenuti responsabili di illeciti – spiega il presidente Carlo Rienzi – Negli ultimi 12 anni la gestione scriteriata della compagnia aerea è costata ai cittadini italiani circa 10 miliardi di euro tra salvataggi, prestiti e altri interventi pubblici. Soldi che sono stati di fatto sottratti alla collettività per finanziare Alitalia: in sostanza tra il 2008 ed oggi ogni famiglia italiana ha dovuto sborsare circa 384 euro per salvare la compagnia di bandiera”.

Per tale motivo il Codacons si costituisce parte offesa nell’inchiesta della magistratura, primo passo per avviare le dovute richieste risarcitorie in sede processuale.