Viterbo. Dimessa dall’ospedale muore a 16 anni. Ascoltati i genitori di Aurora

283

Agenpress –  Sono stati disposti dalla Procura di Viterbo anche esami tossicologici sulla salma di Aurora Grazini, la 17enne di Montefiascone trovata  trovata morta nel suo letto dai genitori a Montefiascone (Viterbo). Sembra che la ragazza accusasse da una decina di giorni problemi di salute legati a perdita di peso. In seguito a un malore. venerdì sarebbe stata portata in ospedale e dimessa dopo alcuni controlli. La Procura di Viterbo ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo.

L’esame autoptico è stato fissato per martedì all’ospedale Belcolle lo stesso dove la minorenne si era recata, e poi dimessa, per un malore. I prelievi per gli esami tossicologici verranno effettuati con l’obiettivo di chiarire se Aurora aveva assunto sostanze prima del decesso. Un’ipotesi al momento che non è presa in considerazione dagli inquirenti anche in considerazione del fatto che la giovane, a casa da giorni perchè si sentiva poco bene, era costantemente monitorata dai genitori.

Gli inquirenti hanno, in queste ore, ascoltato gli amici della giovane. Con loro hanno ricostruito anche il tipo di rapporto che Aurora da qualche tempo aveva con un ragazzo e il suo stile di vita sembra molto diverso da quello di Aurora e della sua famiglia.

 Ascoltati dagli investigatori in queste ore i familiari.  Secondo quanto ricostruita il padre e la madre della ragazza, una volta a casa di ritorno dal’ospedale, avrebbero trascorso con lei la notte controllandola proprio per il malore accusato e che l’aveva spinta ad andare in ospedale. In questo senso tra le ipotesi investigative non viene presa in considerazione la possibilità che la giovane abbia potuto ingerire qualcosa di letale. Nelle prossime ore verranno sentiti anche i medici che hanno preso in carico la 16enne in ospedale.