Ubi Banca. 2.030 esuberi. Nel 2022 previsto utile a 665 mln, il 40% in cedole

435

Agenpress –  Il piano industriale di Ubi Banca prevede la riduzione di personale per circa 2.030 risorse, incluse le circa 300 oggetto dell’accordo sindacale del dicembre 2019, il cui costo è già stato spesato nei risultati dello scorso esercizio, garantendo tuttavia un parziale ricambio generazionale. Lo si legge nella nota che annuncia il nuovo piano di Ubi Banca. Il piano prevede la chiusura di 175 filiali mentre gli sportelli full cash saranno ridotti del 35%.

Ubi Banca prevede di realizzare 665 milioni di euro di utile netto nel 2022 e di mantenere nell’arco del piano industriale un pay-out medio (percentuale di utile destinata a dividendo) del 40%, coerente con il mantenimento di un indice di solidità patrimoniale Cet1 ratio del 12,5% a fine anno. La banca si riserva di poter aumentare il dividendo nel 2022 in caso di Cet1 ratio superiore al 12,5%.

Il piano industriale di Ubi Banca prevede di ridurre ulteriormente gli npl in bilancio. Nel 2022 il rapporto tra crediti deteriorati lordi e totale dei crediti deteriorati (npl ratio lordo) è atteso in calo al 5,2%, rispetto all’attuale 7,8%.