Coronavirus. La Russia chiude l’ingresso a tutti i cinesi. 1.875 vittime, 110 casi fuori dalla Cina

470

Agenpress –  La Russia ha deciso di vietare ai cittadini cinesi l’ingresso nel Paese nell’ambito delle misure contro l’epidemia di coronavirus. Lo riferiscono le agenzie russe.

“L’ingresso di tutti i cittadini cinesi attraverso le frontiere della Russia sarà sospeso dal 20 febbraio per i viaggi di lavoro, i viaggi privati, di studio e per turismo”, ha annunciato Tatiana Golikova, responsabile della Salute, secondo quanto riportano le agenzie russe.

“Nelle ultime 24 ore abbiamo registrato 110 nuovi casi fuori dalla Cina, inclusi 99 a bordo della Diamond Princess”. Lo ha detto il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel briefing quotidiano sul coronavirus.

E’ salito intanto a 1.875 il numero delle vittime, secondo i dati aggiornati della John Hopkins University, secondo cui le persone contagiate sono 73.337 e quelle ricoverate sono 13.124.