Covid-19: Zingaretti, centrali la scienza e la formazione universitaria

334
Agenpress. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo durante l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Universi di roma “La Sapienza” ha sottolineato il ruolo della ricerca anche nel difficile frangente che la comunità imternazionale sta affrontando per far fronte all’emergenza del Covid-19 : “Di fronte ad un pericolo grande come il virus che sta suscitando ansie e paure in tanti individui a chi si è rivolta la comunità internazionale? Alla scienza, al sapere, alla conoscenza, allo Spallanzani, orgoglio italiano frequentato da persone come voi.
Il mio augurio e ringraziamento va alla comunità scientifica del Paese, a La Sapienza, ai ragazzi che costruiscono le basi dello sviluppo comune. Il mondo universitario forma i giovani, fa ricerca, diffonde cultura e pensiero libero e garantisce ai cittadini servizi migliori”. “Sono partito dal virus per ribadire la centralità della scienza e della formazione universitaria, di una nuova generazione promettente ed entusiasta per costruire il futuro – ha detto il Presidente della Regione Lazio- In altri campi si diffonde un virus diverso, quello della cultura dell’odio, per farvi fronte servono la cultura e la conoscenza. Un paese così si attrezza a giocare un ruolo nel futuro; se cede all’ignoranza si condanna alla marginalità e mette ipoteche su futuro delle generazioni.
Dobbiamo essere ambiziosi e coraggiosi; la nostra collocazione deve essere tra i paesi democratici; è tempo di realizzare un nuovo modello di sviluppo. L’investimento nell’università mai può essere inserito sotto il capitolo spesa ma sotto la voce investimento: da parte nostra la promessa che cercheremo di essere utili per il vostro impegno”.