Vaticano: sequestrati documenti e pc di monsignor Perlasca

1280

Agenpress. Un altro indagato, il sesto, nell’inchiesta della magistratura vaticana sulle operazioni finanziarie e immobiliari con i fondi della Segreteria di Stato: questa mattina sono stati sequestrati documenti e materiale informatico nell’ufficio e nell’abitazione di monsignor Alberto Perlasca.

L’indagine prosegue su ipotesi di reato come peculato, abuso di autorità e corruzione. La vicenda è quella del Palazzo londinese al 60 di Sloane Avenue, un investimento speculativo da 200 milioni di dollari nella zona più prestigiosa della capitale inglese.

ll provvedimento “è da ricollegarsi – così spiega la Sala stampa vaticana – pur nel rispetto del principio della presunzione di innocenza, a quanto emerso dai primi interrogatori dei Funzionari indagati e a suo tempo sospesi dal servizio”.