L’opinione di Roberto Napoletano. Cara Lombardia, che figuraccia. Esplode il Coronavirus, un esame per il sistema Italia

480
Roberto Napoletano Direttore del Quotidiano del Sud e l'Altravoce dell'Italia

Agenpress. Nessuno può anche lontanamente pensare di fermare un virus globale come il Nuovo Coronavirus. Così come ci fa orrore qualsivoglia speculazione politica di fronte a un’emergenza sanitaria che interroga la coscienza nazionale e esige la mobilitazione del Paese.

Nella giornata di oggi sorvoliamo, di proposito, sul dato economico di questa nuova crisi di origine epidemica cinese che – lo abbiamo già detto ripetutamente – non riguarda più, come ai tempi della Sars, un soggetto che vale il 5/6% dell’economia mondiale, ma che muove oggi quasi il 20% del prodotto interno lordo della terra. Pensare che in un mondo dove gli scambi sono intrecciati tutto ciò non si faccia sentire è semplicemente impossibile. Pensare che non abbia effetti pesanti per un Paese importatore, trasformatore e esportatore come l’Italia, è altrettanto surreale.

Il problema di oggi, però, è un altro. Il destino vuole che il caso Coronavirus esplode in modo serio in Italia, nel cuore della Lombardia, tra Codogno, Casalpusterlengo e Castiglione con 14 casi positivi, 5 tra medici e personale sanitario. Scoppia improvvisamente dopo settimane in cui il Sistema Italia ha dato oggettivamente buona prova in termini di efficienza sanitaria e operativa sotto la guida dello Spallanzani di Roma e della nostra Protezione civile. Un periodo di incubazione così lungo nel caso del giovane trentottenne di Castiglione d’Adda senza che scatti nessun allarme tra un ricovero e l’altro legittima alcuni interrogativi.

Per leggere la versione integrale dell’editoriale del direttore Roberto Napoletano clicca qui:

https://www.quotidianodelsud.it/laltravocedellitalia/editoriali/politica/2020/02/21/leditoriale-di-roberto-napoletano-laltravoce-dellitalia-cara-lombardia-che-figuraccia-esplode-il-coronavirusi