Coronavirus. Salvini, disponibili a sederci al tavolo. Conte? Se vuole parlami è il benvenuto

780

Agenpress –  “E’ surreale che governo e maggioranza stiano facendo il braccio di ferro sulle intercettazioni nell’aula della Camera. Il governo ritiri il decreto e il Parlamento si occupi di cose serie: siamo in mezzo a un’emergenza sanitaria ed economica e siamo disponibili a sederci a un tavolo per trovare soluzioni. Per quanto ci riguarda stiamo già ascoltando tutte le categorie produttive per capire difficoltà e criticità. Domani mattina annunceremo le nostre proposte per famiglie e imprese che stanno pagando le conseguenze del Coronavirus”.

Lo dice Matteo Salvini.  “Il mio telefono è acceso giorno e notte, rispondo quotidianamente a decine di persone le più diverse, se il presidente del Consiglio vuole parlarmi è il benvenuto, non è pensabile che con i suoi potenti mezzi non riesca a rintracciarmi”.