Riforma Penale, AIGA: “Quando è il Parlamento ad ignorare il principio dell’equo compenso”

377

Agenpress. L’AIGA (Associazione Italiana Giovani Avvocati) esprime disappunto in ordine alla possibile adozione da parte della Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario di un nuovo regolamento che – in contrasto con quello in precedenza adottato preveda la possibilità di avvalersi della collaborazione gratuita di professionisti esterni.

“La previsione contenuta nel nuovo Regolamento” afferma il Presidente Nazionale AIGA Avv. Antonio De Angelis “è in palese contrasto con le norme in materia di Equo Compenso per i Professionisti che il Parlamento ha approvato due anni fa e che tutti i Parlamentari affermano di voler salvaguardare. Ringrazio  il Senatore Andrea De Bertoldi (FDI) per aver preteso ed ottenuto un rinvio della votazione, evitando al Parlamento una figuraccia”.

L’AIGA auspica che la Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario voglia rivedere il Regolamento in senso conforme alla vigente legge sull’Equo Compenso, nell’interesse della dignità e del decoro di tutti i professionisti.