Pomigliano d’Arco. Di Maio visita lo stabilimento Leonardo. Non facciamo campagna elettorale sul coronavirus

783

Agenpress – “Qualche giorno fa la Lega diceva ‘chiudiamo tutto’ e adesso dice ‘apriamo tutto’. La Lega deve mettersi d’accordo con se stessa. Basta campagne elettorali sul coronavirus. Se no chiudiamo tutto chiudiamo ai nostri cittadini che vanno a lavorare oltre confine ma apriamo tutto detto da chi voleva sospendere Schengen denota una certa confusione della Lega”.

Così Luigi Di Maio a Pomigliano d’Arco,  parlando con i giornalisti dell’emergenza coronavirus a margine di un incontro sul tema ‘Innovare per crescere’ nell’hangar 24 dell’azienda Leonardo, a Pomigliano d’Arco.

“Apriamo tutto da chi voleva sospendere Schengen determina una certa confusione nella Lega – ha aggiunto – si mettano d’accordo tra il vertice e coloro che amministrano con responsabilità sul territorio. Non abbiamo bisogno di campagne elettorale sul coronavirus.
Si mettano d’accordo i vertici della Lega con chi amministra con responsabilità sul territorio perché non abbiamo bisogno di campagne elettorali sul coronavirus. Dobbiamo metterci a lavorare per aiutare il sistema Italia ad essere competitivo”.

“Il 3 marzo avremo una riunione straordinaria con tutti i soggetti che si occupano di esportazioni per un piano straordinario per le esportazioni. L’Italia ha parte del pil che viene dalle esportazioni”, ha detto Di Maio – se manteniamo sangue freddo possiamo rilanciare il brand Italia. Il 3 marzo affronteremo anche come spendere i 300 milioni stanziati per il piano straordinario”.