Coronavirus. Oms, pandemia quasi reale. Contagiato tutta l’Europa, Italia più colpita

780

Agenpress –  “La minaccia di una pandemia sta diventando molto reale”. Lo ha detto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Ghebreyesus, nella conferenza stampa quotidiana sulla diffusione del coronavirus. Ghebreyesus ha aggiunto che in tal caso si tratterà della “prima pandemia che potrà essere controllata”.

“L’Italia sta adottando misure aggressive e speriamo che nei prossimi giorni vedremo i risultati”.

Con i primi due casi confermati a Cipro, il coronavirus ha ormai contagiato l’Europa intera: le persone infettate sono oltre 15mila, mentre i morti hanno superato quota 500, di cui la maggior parte in Italia. Numeri che fanno crescere l’allarme a Bruxelles e incoraggiare un coordinamento dei 27 per unire gli sforzi. Con oltre 110 mila casi e oltre 4.000 vittime in tutto il mondo, per l’Organizzazione mondiale della Sanità non si tratta ancora di pandemia ma “la minaccia” che lo diventi “è molto reale”.

L’Italia resta il Paese più colpito, ma il contagio si fa strada ovunque: in un solo giorno sono quasi raddoppiati i casi in Spagna arrivando a più di 1000 (28 i morti), così come hanno sfondato quota 1000 in Germania che registra le prime due vittime in Nordreno-Westfalia. In Francia i casi hanno superato quota 1400 e i morti sono 25, di cui uno in Corsica, ormai considerata un nuovo cluster nel Paese.

In Grecia sono 84 i contagiati e preoccupa il primo caso registrato sull’isola di Lesbo, già sovraffollata dalla crisi dei migranti. Sembra dunque farsi strada, tra i 27, la consapevolezza che per contenere il virus e i suoi danni non serva andare in ordine sparso.