Coronavirus. Patuanelli, spostamenti per lavoro, salute, necessità, come fare la spesa

794

Agenpress –  “All’interno di tutto il territorio nazionale ci si può spostare per motivi di lavoro, di salute o di necessità. E’ chiaro che una necessità è andare a fare la spesa. Non è che da oggi non si può andare a fare la spesa”.

Così ha risposto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, dopo l’ultimo Dpcm per contrastare il diffondersi del coronavirus sottolineando l’obiettivo di evitare assembramenti. Andare a fare “la barba o la messa in piega probabilmente non è una necessità”, ma “una situazione a rischio perché c’è un contatto prolungato, quindi se si può evitare, lo si eviti”.

C’è la possibilità di arrivare ad un pacchetto di aiuti, per fronteggiare l’emergenza coronavirus, fino a 10 miliardi chiedendo più deficit? “L’ordine di grandezza è quello”.

“Probabilmente chiederemo un deficit leggermente più alto per avere più possibilità di interventi. Non è detto che utilizziamo tutto nel primo decreto. Il limite di 7,5 miliardi è un limite che superiamo”, ha aggiunto.

Uno dei “quattro canali” su cui si sta indirizzando il governo per aiutare famiglie e imprese “è quello della liquidità, che va garantita, e questo lo si fa con la sospensione dei pagamenti, di mutui, bollette, tributi. Dobbiamo ragionare su tutto territorio nazionale”.