Coronavirus. Du bin (Cina), prevenzione e contenimento per contrastare l’epidemia

568

Agenpress – Secondo il dottor Du Bin, direttore sanitario dell’unità di terapia intensiva del Peking Union Medical College Hospital e membro di un’equipe sanitaria cinese intervenuta nella città-focolaio di Wuhan, capoluogo della provincia dello Hubei, il trattamento dei pazienti è solo secondario, mentre la prevenzione e il contenimento hanno effetti primari nel contrastare l’epidemia.

“E’ necessario predisporre piani adeguati, mentre una mancata preparazione è l’anticamera del fallimento”, ha aggiunto l’esperto cinese, secondo cui anche in questo momento, con un numero inferiore di casi segnalati a Wuhan, bisogna restare vigili. Alla domanda su quali misure specifiche di prevenzione e contenimento siano più efficaci, il dottor Du ha semplicemente risposto: “test, test, test”.

“Oltre a condurre i test necessari per il nuovo coronavirus, non so in che altro modo sia possibile identificare i casi sospetti e mettere in quarantena le persone entrate a stretto contatto con i contagiati”, ha proseguito l’esperto cinese, secondo cui l’epidemia ha raggiunto un punto di svolta a Wuhan soltanto quando sono stati isolati tutti i casi sospetti e le persone entrate a stretto contatto con questi ultimi.