Coronavirus. Primo ministro russo invita gli anziani a restare in casa

333
Il primo ministro russo Mikhail Mishustin

Agenpress –  “Mi rivolgo ora alle persone della generazione più anziana. Vi prego, prendete sul serio queste informazioni. Per non contrarre la malattia, è necessario rimanere a casa e non uscire se non è assolutamente necessario, non visitare luoghi affollati e astenersi temporaneamente da passeggiate e raduni”.

Così il primo ministro russo Mikhail Mishustin invitando gli anziani a rimanere a casa e a prendersi cura della loro salute per evitare di contrarre il coronavirus.

Il sindaco di Mosca Serghei Sobyanin ha imposto di rimanere in casa ai moscoviti di età superiore ai 65 anni e a coloro che soffrono di malattie croniche di non uscire di casa dal 26 marzo al 14 aprile e di visitare negozi e farmacie solo quando è assolutamente necessario.

Per compensare i costi aggiuntivi di questa categoria di cittadini, il sindaco ha disposto il pagamento di un bonus da 4mila rubli (circa 50 euro): 2000 saranno pagati subito e gli altri 2000 alla fine della quarantena, sempre che si osservi il divieto. Per quanto riguarda i malati cronici, è prevista una deroga solo per i dirigenti e i dipendenti la cui permanenza sul posto di lavoro è essenziale per il lavoro d’imprese, organizzazioni, istituzioni ed enti governativi, nonché per gli operatori sanitari. La raccomandazione, ove possibile, è di passare al lavoro agile.