Coronavirus. Iran, 25mila malati, 2mila decessi. 2,45 mln di impiegati a casa

245

Agenpress – Il numero di casi di coronavirus in Iran sfiora quota 25.000 e i morti sono quasi 2.000: lo ha reso noto oggi il portavoce del ministero della Sanità, Kianoush Jahanpour, citato dalla tv di Stato. Le persone contagiate sono 24.811, inclusi 1.762 casi registrati nelle ultime 24 ore. Il bilancio delle vittime, intanto, è salito a quota 1.934, con un incremento di 122 rispetto a ieri. Finora sono guarite 8.931 persone. Secondo i dati della Johns Hopkins University, l’Iran è il sesto Paese per numero di casi.

Il portavoce delle forze armate, Amirshahin Taghikhani ha fatto sapere che le forze di terra dell’esercito iraniano stanno completando la costruzione di un ospedale da campo con duemila letti da impiegare per malati di Covid-19 nel complesso espositivo internazionale della capitale Teheran.

Il presidente Hassan Rohani  ha comunicato che circa la metà dei 2,45 milioni di impiegati statali in Iran sono rimasti a casa dallo scorso 19 febbraio, all’indomani dell’annuncio ufficiale della diffusione del virus nella Repubblica islamica da parte delle sue autorità.

Il capo del governo ha tuttavia precisato che mezzo milione di lavoratori del settore sanitario hanno proseguito regolarmente le proprie attività professionali. Tra le altre misure nella lotta al Covid-19, Rohani ha confermato che la permanenza agli arresti domiciliari di circa 85 mila detenuti in precedenza in carcere verrà estesa almeno fino al 19 aprile, quando si concluderà il mese corrente nel calendario iraniano.