Bonafede: “6000 i detenuti che potenzialmente potrebbero lasciare il carcere per passare alla detenzione domiciliare”

353

Agenpress.  Il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede dichiara:”Sono 6000 i detenuti che potenzialmente potrebbero lasciare il carcere per passare alla detenzione domiciliare. Ma questo dipenderà da diversi requisiti e variabili (come per esempio, il domicilio idoneo) che dovrà essere accertato dalla magistratura“.

Il DL,  prevede la detenzione domiciliare per reati non gravi con residuo di pena di 18 mesi. C’è la disponibilità di 2.600 braccialetti elettronici“.

Alle polemiche della Lega  il Ministro della Giustizia Bonafede replica:”Non è indulto mascherato“.