Coronavirus. 5mila sanitari contagiati, 29 medici morti. Avvocato, “vittime professionali”

480

Agenpress – Continua a salire il bilancio dei medici deceduti per l’epidemia di Covid-19. Oggi si registrano altri 4 decessi, si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici. Si tratta di Calogero Giabbarrasi, medico di famiglia di Caltanissetta; Renzo Granata, medico di famiglia di Alessandria; Ivan Mauri, anch’egli medico di famiglia, di Lecco, e Ivano Garzena, odontoiatra di Torino. Garzena è il primo odontoiatra deceduto per Covid ed aveva 49 anni. Il totale sale a 29 decessi.

Sono oltre 5.000 gli operatori sanitari italiani contagiati. Emerge da una lettera del sindacato Anaao Assomed al presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro in cui viene chiesto di intervenire immediatamente per garantire gli strumenti di protezione individuale. La lettera è firmata dal segretario nazionale del sindacato Carlo Palermo e dal segretario del Piemonte Chiara Rivetti. Quest’ultima ricorda che proprio ieri altri due chirurghi sono stati sottoposti a intubazione a Torino.

“Lo Stato dia un segnale forte e chiaro: deve indennizzare le famiglie di medici e infermieri deceduti per la loro attività di tutela della salute pubblica. Altrimenti siamo pronti a dare battaglia”,  afferma, da Torino, l’avvocato Gino Arnone, al quale si è rivolta la famiglia di una ‘vittima professionale’ del Covid-19 per valutare la possibilità di chiedere un risarcimento attraverso un’azione legale.