Coronavirus. Conte. “Nuovo dl da almeno 25 mld su credito-liquidità e scudo per asset strategici”

372

Agenpress – Giuseppe Conte nell’informativa  in aula alla Camera ha  fornito indicazioni sul nuovo provvedimento, dopa il decreto Cura Italia, a sostegno di famiglie e imprese travolte dalla crisi.

“Ci rendiamo conto che l’intervento fin qui effettuato, comunque significativo, non è sufficiente. È per questo che stiamo lavorando per incrementare il sostegno al credito, che oggi porta a mobilitare 350 miliardi: con il nuovo intervenendo confidiamo di pervenire a un sostegno altrettanto significativo e con stanziamenti di non minore importo rispetto ai 25 miliardi già stanziati”.

“Siamo lavorando per incrementare il sostegno alla liquidità e al credito che già, con il decreto “Cura Italia” già adottato, è in grado di mobilitare la cifra di 350 miliardi di euro. Con il nuovo intervento normativo, a cui stiamo già lavorando, confidiamo di pervenire a uno strumento complessivo altrettanto significativo rispetto a quanto sin qui operato. Interverremo anche con stanziamenti aggiuntivi di non minore importo rispetto ai 25 miliardi già stanziati con il primo decreto”.

Nell’informativa Conte ha parlato anche del ruolo dell’Unione europea in questa emergenza. Lo stop al patto di stabilità, ha sottolineato, “è stato essenziale per ulteriori stanziamenti di risorse. Tuttavia l’impatto finanziario della pandemia sarà tale da chiedere alla governance dell’eurozona un salto di qualità all’altezza della sfida. L’unione monetaria – ha continuato – potrà uscire vincitrice solo se le sue istituzioni saranno rafforzate nel segno della solidarietà e dell’unità”.