Morello (Avvocati Mediazione). Conte, Re Sole allo sbando, le persone moriranno più di fame che di Coronavirus

879
Avv. Lorenza Morello (Pres. Avvocati per la mediazione)

Agenpress – “La forma è sostanza. Legiferare in un momento come questo, con una popolazione così provata, a suon di dpcm significa in realtà nella sostanza che viene meno il dibattito democratico. Addirittura alcuni giornalisti definiscono il dibattito democratico un’inutile liturgia. E’ la prima volta nella storia che un premier parla con l’effige di Palazzo Chigi alle spalle, chi diceva ‘lo Stato sono io’ era il Re sole. Qui abbiamo un uomo solo al comando, anzi allo sbando perchè le misure assunte sono eccessive e le persone moriranno più di fame che di Coronavirus”.

Così l’avv. Lorenza Morello (Pres. Avvocati per la mediazione)  intervenuta ai microfoni di su Radio Cusano Campus.

Per Morello c’è un effetto golpe nella gestione dell’emergenza Coronavirus da parte del governo.

Sulle misure economiche del governo. “Rimango basita nel vedere che oggi su un importante giornale c’è un avviso a pagamento comprato dalle maggiori sigle di Federdistribuzione. Questi signori che hanno fior fior di buste paga da pagare non chiedono l’annullamento delle tasse finchè non riparte la produzione, ma si limitano a chiedere la sospensione delle imposte. Quello che intravedo sull’onda di questo populismo dilagante è che si farà di nuovo leva sul buonsenso, il buon cuore della nostra nazione. Hanno tagliato fondi alla sanità, posti letto e ora fanno la chiamata alle armi ai medici pensionati. Si millanta il rischio pandemico quando in realtà il problema è l’insufficienza di investimenti nei settori fondamentali. Anzichè varare manovre di rilancio reale dell’Italia, arriveranno a dirci che per firmare il Mes bisognerà fare un prelievo coattivo o una patrimoniale”.