IL Copasir lancia l’allarme. “Ingerenze straniere diffondono fake news attraverso social e organi di stampa per destabilizzare il Paese”

507

L’Intervista a Enrico Borghi (Pd) componente del Copasir. Il comitato di sicurezza della Repubblica

(di Luigi Ambrosio)


Agenpress. “L’evidenza ci dice che è  incorso una campagna infodemica nei confronti di una serie di Paesi dell’Unione Europea fra cui l’Italia e la Spagna finzalizzata a diffondere false informazioni attraverso soprattutto l’utilizzo della rete tendenti ad aumentare il grado di preoccupazione o di rancore nella popolazione.

Stiamo parlando  di una serie di  dinamiche già descritte nel 2017 in un documento pubblico realizzato dall’European Union External Action  che è l’apposito servizio dell’Ue  che ha descritto quali sono le attività di disinformazione infodemica che diffondono, propagano, con l’utilizzo della rete e una serie di strumenti connessi, dai cosiddetti troll a una serie di centrali che in maniera ossessiva e meccanica rilanciano una serie di false informazioni  da siti di dubbia appartenenza o evidenza non certa. Informazioni che non si fondano su un dato di oggettiva realtà.

Ci sono diverse false informazioni che in questi giorni si stanno diffondendo e che purtoppo trovano anche una serie di riscontri da parte di soggetti istituzionali che credo dovrebbero fare attenzione prima di dare la loro validazione, a verificare l’effettiva realtà delle informazioni”