Scuole paritarie, Muzio (Forza Italia): “Fondi ancora insufficienti, a rischio la libertà di scelta educativa”

615

Agenpress. “I fondi stanziati dal Governo per le scuole paritarie sono ancora insufficienti per garantire a tanti di questi istituti la possibilità di proseguire la propria attività educativa al termine della fase emergenziale della pandemia da Covid-19.

Le paritarie continuano purtroppo ad essere vittima di un pesante pregiudizio ideologico da parte di alcune delle forze politiche che sostengono l’esecutivo. Questo pregiudizio mette a rischio un polmone vitale del sistema formativo italiano, che conta quasi 900.000 studenti, 180.000 tra docenti e operatori scolastici, 12.000 sedi scolastiche distribuite su tutto il territorio nazionale”.

E’ quanto dichiara Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia nel Consiglio Regionale della Liguria.

“I 120 milioni previsti dall’ultima bozza del decreto cosiddetto ‘Rilancio’, di cui è ancora attesa la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale – prosegue Muzio – sono la metà di quanto richiesto dai rappresentati di queste scuole; inoltre di tali risorse non potranno beneficiare gli alunni sopra i 16 anni, età dell’obbligo scolastico.

Condivido perciò la mobilitazione all’insegna dell’hashtag #noisiamoinvisibiliperquestogoverno”. “Come consigliere regionale della Liguria da anni concretamente impegnato su questo tema, da ultimo con un ordine del giorno approvato il 21 aprile dal Consiglio, continuerò a battermi insieme ai parlamentari e ai dirigenti di Forza Italia in difesa della parità scolastica e della libertà di scelta delle famiglie, affinché le paritarie non siano trattate come figlie di un dio minore e possano continuare a svolgere il prezioso servizio educativo a vantaggio dell’intero Paese”, conclude il capogruppo di Forza Italia.