Ue, Tovaglieri (Lega), approccio troppo ideologico Ue demonizza settore chimica

301

AgenPress. “Emergono molte criticità nella strategia in materia di sostanze chimiche per la sostenibilità, a cominciare dall’approccio eccessivamente ideologico. Se vogliamo risultati concreti per l’ambiente non possiamo certo demonizzare il settore della chimica – eccellenza europea e italiana, già avanzata in materia di sostenibilità – gravandolo di ulteriori oneri insostenibili.

Senza un approccio pragmatico rischiamo di colpire la chimica europea per poi trovarci a importare le stesse produzioni da fuori Europa: proprio dove gli standard che noi imponiamo non esistono. È un atteggiamento miope e dannoso per i lavoratori e le nostre imprese.

Serve rilocalizzare in Europa le imprese chimiche e le loro produzioni, obiettivo da perseguire non imponendo finte ‘tasse verdi’ che servono solo a fare cassa, ma adottando strumenti che favoriscano il comparto riportando in Europa capacità che abbiamo asciato all’estero. Senza pragmatismo e bilanciamento rischiamo di penalizzare un settore che invece va sostenuto in modo attivo nella sua transizione verso una produzione ancor più sostenibile”.

Così Isabella Tovaglieri, europarlamentare della Lega, nel suo intervento durante la sessione plenaria del Parlamento Europeo.