Roma, Davide Bordoni (Lega): Capitale dei bivacchi

366

AgenPress. A Roma bivacchi, piccole tendopoli e accampamenti di fortuna sembrano moltiplicarsi giorno dopo giorno agli angoli della strade, alcune delle quali centralissime. La Capitale in molti suoi tratti è irriconoscibile, sono ormai mesi che denunciamo l’inaccettabile degrado in cui è precipitata la città; il litorale romano un dormitorio per senzatetto, le mura aureliane una baraccopoli che ricorda i campi libici, adesso anche Borgo S. Spirito al Vaticano sembra essere il luogo ideale per piantare una tenda e approntare un bivacco.

Sporcizia, rifiuti e condizione igieniche inaccettabili davanti al Complesso Monumentale S. Spirito in Sassia dietro via della Conciliazione. I pochi turisti presenti penseranno che a Roma dopo la pandemia è arrivata la carestia. Abbiamo allertato la sindaca, che evidentemente guarda altrove, e sollecitato Ama per restituire dignità e decoro al quartiere.

I cittadini sono preoccupati, situazioni simili sono ormai all’ordine del giorno ma non vogliamo rassegnarci all’idea di vedere una distesa di baracche e di spazzatura in tutta la Capitale.

Così in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.