Whirlpool: Carfagna, Governo umiliato. Intervenga premier Conte

599

AgenPress. “La conferma della chiusura dello stabilimento Whirlpool di Napoli è un colpo durissimo per i lavoratori e un’umiliazione per il governo. Il presidente Conte non può far finta di nulla. Era lui a capo del precedente esecutivo, che con il ministro Di Maio ha provocato solo ritardi e inciampi nella vertenza. Ed è sempre lui oggi a vedersi stracciare in faccia dall’azienda un accordo che aveva restituito speranza agli operai e a tante famiglie napoletane. Adesso ha il dovere di prendere in mano la vicenda, affiancando il proprio impegno agli sforzi purtroppo vani del ministro Patuanelli”.

Lo afferma in una nota Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

“L’obiettivo primario rimane la salvaguardia dell’impianto e di tutti i posti di lavoro. Il blocco dei licenziamenti non può essere una scusa per prendere tempo. La soluzione va trovata subito, in assoluta trasparenza. Chi rappresenta lo Stato italiano, che ha finanziato con i soldi dei cittadini sussidi e incentivi concessi all’azienda, ha il dovere di farsi rispettare”, conclude Carfagna.