G20. Conte, l’Italia “punterà ad accordi ambiziosi sul clima. Tre pilastri: Persone, Pianeta e Prosperità”

376

AgenPress – uesta crisi rappresenta anche l’opportunità di ricostruire le società su nuove e migliori basi. E’ quanto ha espresso il premier Giuseppe Conte, durante il suo intervento al G20, ribadendo l’impegno italiano ad impiegare equità e sostenibilità come bussole anche nel corso del G20 del 2021 che sarà a presidenza italiana. Sviluppo sostenibile e climate change, i due grandi temi della sessione odierna, sono questioni strettamente connesse tra di loro, ha sottolineato il Presidente del Consiglio. Il premier ha anche richiamato la necessità di non ragionare a compartimenti stagni, ma di continuare a costruire una riflessione condivisa – in seno a tutta la comunità internazionale – per promuovere un’azione coordinata ed efficace che orienti la costruzione di un futuro sostenibile.

“Vogliamo promuovere una ripresa sostenibile, inclusiva e resiliente. La nostra intenzione è mettere in atto tutte le misure necessarie per una ricostruzione quanto più solida ed efficace, promuovendo una società più equa, un pianeta più pulito e sano e un ambiente economico più prospero, per noi e per i nostri figli”. Conte assicura: “Il nostro programma di lavoro si baserà su tre pilastri: Persone, Pianeta e Prosperità”.

La stabilità climatica rappresenta un bene pubblico comune a livello globale, ha aggiunto il presidente del Consiglio. Conte ha ribadito il ruolo dell’Italia nella COP26 del prossimo anno, organizzata in partnership con il Regno Unito e l’impegno crescente per la tutela del nostro pianeta. Su questo versante, l’intervento è  stata l’occasione per ribadire la ferma adesione dell’Italia all’attuazione dell’Accordo di Parigi e dell’Agenda 2030, due pilastri che continueranno a guidare la nostra azione in ambito multilaterale, anche nell’esercizio della prossima Presidenza G20.

“Le sfide che stiamo affrontando oggi sono tra le più urgenti del nostro tempo. La minaccia esistenziale rappresentata dal cambiamento climatico, il degrado del suolo e il declino della biodiversità globale ci hanno già portato a un bivio” che “determinerà se siamo in grado di salvaguardare il nostro pianeta e costruire un futuro sostenibile”, ha detto ancora. a

“Sono convinto  che il G20 possa guidare il mondo nella giusta direzione. In qualità di Presidenza 2021, cercheremo di sottolineare il ruolo chiave di questo Forum nel consentire accordi ambiziosi e lungimiranti nel quadro delle tre Convenzioni di Rio su clima, biodiversità e desertificazione. Gli impatti della pandemia sui nostri sistemi sociali ed economici non dovrebbero influire sulla nostra determinazione ad affrontare queste sfide”. “Dovrebbero piuttosto spingerci a riconoscere che gli attuali sistemi economici, finanziari e produttivi non tengono adeguatamente conto dell’emergenza climatica e ambientale. L’UE ha compiuto un passo importante in questa direzione attraverso la sua Next Generation EU, che dedicherà almeno il 37% delle sue risorse finanziarie a investimenti verdi”. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Conte-al-G20-Il-Covid-non-fermi-sforzo-per-ambiente-e-clima-e65f7188-90bd-42e2-8422-12c146f13882.html