Covid, Lega: finanziamenti europei a laboratorio Wuhan, da Ue scarsa chiarezza

75

AgenPress. “Dall’Ue risposte vaghe e lacunose sui finanziamenti versati da Bruxelles al laboratorio di Wuhan. Con un’interrogazione alla Commissione Europea, la Lega aveva chiesto di fare chiarezza sulle decine di migliaia di euro dei cittadini europei versati dall’Ue al laboratorio cinese dal 2015 al 2019.

La Commissione Ue si è limitata a comunicarci che ‘in merito all’ultimo periodo di attività, i beneficiari non hanno ancora trasmesso le relazioni’, ma soprattutto che il coordinatore del progetto ‘ha rilevato difficoltà di comunicazione con l’Istituto di virologia di Wuhan nel periodo compreso tra febbraio 2020 e fine ottobre 2020’: un black out di otto mesi, nell’epicentro dell’epidemia Covid, inaccettabile.

Fin dai primi giorni dall’apparizione del virus, dal regime cinese una lunga serie di omissioni e mezze verità: prendiamo atto con rammarico che anche l’Ue, dal canto suo, in un momento così delicato e su un tema così importante, si distingue per mancanza di trasparenza”.

Così in una nota gli europarlamentari della Lega Marco Campomenosi, capo delegazione della Lega al Parlamento Europeo, e Marco Zanni, presidente del gruppo ID, firmatari dell’interrogazione alla Commissione Europea firmata da tutti gli europarlamentari della Lega.