Dati Covid in tempo Reale

All countries
335,840,617
Confermati
Updated on 19 January 2022 14:38
All countries
269,275,370
Ricoverati
Updated on 19 January 2022 14:38
All countries
5,575,724
Morti
Updated on 19 January 2022 14:38

Afghanistan. A Kabul le donne protestano di notte. Murales contro i talebani, vogliamo i nostri diritti

- Advertisement -

AgenPress – Un gruppo di donne e attiviste afghane continuano le loro proteste per le restrizioni contro le donne e recentemente hanno cambiato il loro modo di protestare dalle strade a scrivere le loro richieste sui muri di Kabul di notte.

Le donne denunciano le crescenti restrizioni nei loro confronti e scrivono le loro richieste sui muri, compresi slogan che chiedono il diritto delle ragazze all’istruzione, il diritto delle donne al lavoro, la scelta dei vestiti da parte delle donne e l’inclusione delle donne nella vita sociale e politica.

- Advertisement -

Le donne hanno detto di aver iniziato a scrivere sui muri di notte dopo che alcuni dei loro raduni per le strade durante il giorno sono stati oggetto di violenza da parte delle forze dell’Emirato islamico. Secondo loro, vogliono continuare a rivendicare i loro diritti scrivendo sui muri, il che consente loro anche di evitare qualsiasi violenza.

“Le nostre proteste sono state accolte con minacce e violenze, quindi siamo passati ai murales per raggiungere i nostri diritti fondamentali e continueremo queste proteste”, ha detto Tamana Rezaie, una manifestante.

“I murales sono il nostro nuovo metodo di protesta per aver invocato i nostri diritti. Perché le nostre proteste sono state spesso accolte dalla violenza dei talebani”, ha detto Leda, un altro manifestante.

- Advertisement -

“I diritti delle donne nella scelta del proprio stile di abbigliamento, lavoro e istruzione sono limitati. Non rimarremo in silenzio e alzeremo la voce”, ha detto Aziz Gul, un manifestante.

Nel frattempo, le donne manifestanti e attiviste hanno chiesto all’Emirato islamico di garantire i loro diritti alle donne e hanno avvertito che estenderanno le loro proteste nelle province se le loro richieste non saranno soddisfatte.

“Le donne di oggi non sono le donne di 20 anni fa. I nostri nuovi metodi di protesta si espanderanno in tutte le province e useremo ogni mezzo possibile per alzare la voce”, ha affermato Navida Khurasani, attivista per i diritti delle donne.

“Vogliamo i nostri diritti. Non permetteremo che vengano ritirati e continueremo le nostre proteste fino a quando non ci saranno dati i nostri diritti”, ha detto Darya Neshat, un’attivista per i diritti delle donne.

Inamullah Samangani, vice portavoce dell’Emirato islamico, ha affermato che stanno lavorando a meccanismi per fornire istruzione e opportunità di lavoro alle donne. “L’Emirato islamico non ha creato ostacoli sulla via dei diritti delle donne. Stiamo lavorando su un quadro per fornire buone opportunità educative e lavorative per le donne”, ha affermato.

Oltre a scrivere sui muri, le proteste nelle case e l’indossare abiti maschili sono altri nuovi metodi utilizzati dalle donne afghane.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati