Afghanistan. Conduttrici televisive devono coprirsi il viso. Ordine “non negoziabile” dei talebani

- Advertisement -

AgenPress –  I governanti talebani dell’Afghanistan hanno ordinato a tutte le presentatrici dei canali TV di coprirsi il viso in onda, ha affermato giovedì il più grande media del paese.

L’ordine è arrivato in una dichiarazione del Ministero delle Virtù e del Vice Ministero talebano, incaricato di far rispettare le decisioni del gruppo, nonché del Ministero dell’Informazione e della Cultura, ha affermato in un tweet il canale TOLOnews. La dichiarazione ha definito l’ordine “definitivo e non negoziabile”, ha affermato il canale.

- Advertisement -

La dichiarazione è stata inviata al Moby Group, che possiede TOLOnews e molte altre reti televisive e radiofoniche, e il tweet diceva che veniva applicato anche ad altri media afgani.

Un funzionario dei media locali afghani ha confermato che la sua stazione aveva ricevuto l’ordine e gli è stato detto che non era in discussione. Ha detto che la stazione non ha altra opzione. Ha parlato a condizione che lui e la sua stazione non fossero identificati per paura di problemi con le autorità.

Diverse presentatrici e presentatrici hanno pubblicato le loro foto sui social media mostrandole con i volti coperti da mascherine durante i programmi di presentazione. Un’importante presentatrice di TOLO, Yalda Ali, ha pubblicato un video di se stessa che indossa una maschera con una didascalia: “una donna che viene cancellata, su ordine della Virtù e del Vice Ministero”.

- Advertisement -

Su una stazione, Shamhad TV, l’attuazione dell’ordine è stata mista: una conduttrice è apparsa giovedì con una maschera per il viso, mentre un’altra più tardi nel corso della giornata è andata senza, mostrando il suo volto.

Durante la prima volta al potere dei talebani dal 1996 al 2001, hanno imposto restrizioni schiaccianti alle donne, richiedendo loro di indossare il burqa onnicomprensivo che copriva persino gli occhi con una rete e le escludeva dalla vita pubblica

Dopo aver ripreso il potere in Afghanistan ad agosto, i talebani inizialmente sembravano aver moderato in qualche modo le loro restrizioni, annunciando nessun codice di abbigliamento per le donne. Ma nelle ultime settimane hanno preso una svolta netta e dura che ha confermato i peggiori timori degli attivisti per i diritti.

All’inizio di questo mese, i talebani hanno ordinato a tutte le donne in pubblico di indossare abiti dalla testa ai piedi che lasciano visibili solo i loro occhi. Il decreto affermava che le donne avrebbero dovuto lasciare la casa solo quando necessario e che i parenti maschi sarebbero stati puniti per le violazioni del codice di abbigliamento delle donne, a partire da una citazione e passando alle udienze in tribunale e al carcere.

Il leader talebano ha anche emesso un decreto che vieta alle ragazze di frequentare la scuola dopo la prima media, annullando le precedenti promesse dei funzionari talebani che alle ragazze di tutte le età sarebbe stata concessa un’istruzione.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati