Dati Covid in tempo Reale

All countries
343,046,635
Confermati
Updated on 21 January 2022 02:44
All countries
274,140,458
Ricoverati
Updated on 21 January 2022 02:44
All countries
5,593,183
Morti
Updated on 21 January 2022 02:44

Afghanistan. Donne chiedono agli Stati Uniti di liberare i beni delle banche. “I nostri figli hanno fame”

- Advertisement -

AgenPress – Decine di donne afghane sono scese in piazza a Kabul  per protestare contro la continua presa di proprietà delle banche afgane da parte degli Stati Uniti nel mezzo della crisi economica in Afghanistan.

Uno striscione portato dalle donne recita: “I nostri figli hanno fame, libera i nostri soldi”.

- Advertisement -

I manifestanti hanno invitato gli Stati Uniti a liberare i beni delle banche afgane per prevenire l’ulteriore deterioramento della situazione.

Hanno anche invitato la comunità internazionale a fare pressioni per il rilascio dei beni bancari da parte degli Stati Uniti.

“Il denaro congelato dell’Afghanistan dovrebbe essere rilasciato. Appartiene al popolo afghano, non all’attuale governo. I nostri figli ci chiedono da mangiare, non abbiamo soldi per pagare l’affitto. Dovremmo tornare al lavoro”, ha detto Nasima Amiri, attivista della società civile.

- Advertisement -

“Gli Stati Uniti dovrebbero rilasciare il denaro congelato dell’Afghanistan in modo che il popolo afgano possa far fronte ai problemi economici in inverno”, ha affermato Mahnaz Khadimi, un manifestante.

I manifestanti hanno letto ad alta voce una serie di richieste che chiedono sia all’Emirato islamico che alla comunità internazionale di rispondere alle loro esigenze.

“La comunità internazionale dovrebbe mettere in pratica i suoi slogan sui diritti umani e in modo unito dovrebbe sostenere il rilascio dei nostri soldi. Gli Stati Uniti dovrebbero liberare immediatamente i beni congelati dell’Afghanistan senza alcuna condizione”, ha letto un manifestante. 

“Gli afgani stanno affrontando più sfide oggi che in qualsiasi altro momento e la comunità internazionale non dovrebbe rimanere silenziosa e imparziale. Dovrebbero fornire qualsiasi tipo di aiuto umanitario all’Afghanistan”.

I manifestanti hanno affermato che il flusso di rifugiati afgani nei paesi vicini e in Europa è radicato in problemi economici. Hanno detto che se l’Afghanistan non è sostenuto economicamente, le migrazioni aumenteranno, il che avrà conseguenze negative sulla stabilità dei paesi oltre l’Afghanistan.

I manifestanti hanno anche invitato le Nazioni Unite e la Banca mondiale a trovare una soluzione per l’incombente crisi economica in Afghanistan.

I manifestanti hanno anche invitato l’Emirato islamico ad assumersi le proprie responsabilità in termini di opportunità di lavoro per la popolazione e prevenzione di ulteriori problemi economici. “L’Emirato islamico dovrebbe nominare persone professionali e competenti per gestire gli affari del Paese”. 

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati