Dati Covid in tempo Reale

All countries
243,672,427
Confermati
Updated on 22 October 2021 22:34
All countries
219,089,559
Ricoverati
Updated on 22 October 2021 22:34
All countries
4,952,227
Morti
Updated on 22 October 2021 22:34

Afghanistan. I talebani vogliono prima il riconoscimento, poi affronteranno i diritti umani

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Finché non veniamo riconosciuti e fanno critiche (per violazioni dei diritti), pensiamo che sia un approccio unilaterale. Sarebbe bene che ci trattassero in modo responsabile e riconoscessero il nostro attuale governo come un’amministrazione responsabile. In seguito, possono condividere legalmente le loro preoccupazioni con noi e noi affronteremo le loro preoccupazioni”, ha detto Mujahid a TOLOnews.

Le osservazioni di Mujahid arrivano dopo che l’ambasciatore e capo della delegazione dell’UE in Afghanistan, Andreas Von Brandt, domenica ha affermato che l’UE è profondamente preoccupata per le violazioni dei diritti umani in Afghanistan, in particolare la violazione del diritto all’istruzione e al lavoro delle donne e delle ragazze.

“La sostanza della mia critica rimane: i diritti umani sono minacciati in Afghanistan, in particolare il diritto all’istruzione e il diritto al lavoro”, ha twittato Brandt.

Saleem Paiger, leader dell’Hizb-e-Mutahid-Fikre Mardum Afghanistan, nel frattempo ha affermato che i talebani non dovrebbero rendere le indagini sulle accuse di violazioni dei diritti umani una condizione per il riconoscimento mondiale. “I talebani sono afgani, ma non dovrebbero prendere in ostaggio tali questioni come condizione per essere riconosciuti dal mondo”, ha detto.

La Commissione Indipendente per i Diritti Umani dell’Afghanistan (AIHRC) ha rilasciato una dichiarazione domenica affermando che non è stata in grado di adempiere ai propri doveri dal crollo dell’ex governo il 15 agosto, aggiungendo che le forze talebane hanno occupato i suoi uffici e stanno usando le sue attrezzature.

L’AIHRC ha invitato il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite a istituire un organismo indipendente per il monitoraggio delle violazioni dei diritti umani in Afghanistan e ha invitato i talebani a rispettare i diritti umani. “L’AIHRC invita i talebani a rispettare l’indipendenza dell’AIHRC e del suo personale e di tutti i difensori dei diritti umani afghani, che hanno lavorato instancabilmente per proteggere le lotte del popolo afghano”, si legge nella dichiarazione.

In risposta a ciò, Mujahid ha affermato che l’AIHRC non è un organismo internazionale e ha aggiunto di aver avviato indagini sulle accuse relative all’occupazione degli edifici dell’AIHRC. “L’AIHRC appartiene all’ex amministrazione di Kabul, e all’epoca era un organismo ufficiale e non è un organismo internazionale per i diritti umani. Tuttavia, vedremo chi ha utilizzato il proprio ufficio e come. Le indagini sono in corso”, ha detto Mujahid.

In precedenza, Human Rights Watch e altre organizzazioni internazionali hanno espresso le loro preoccupazioni per le violazioni dei diritti umani segnalate da parte delle forze talebane, ma i talebani hanno sempre respinto le accuse.

Altre News

Articoli Correlati