Dati Covid in tempo Reale

All countries
367,057,164
Confermati
Updated on 28 January 2022 08:56
All countries
288,188,218
Ricoverati
Updated on 28 January 2022 08:56
All countries
5,657,323
Morti
Updated on 28 January 2022 08:56

Afghanistan. Metà delle donne sarà oggetto di violenza. Situazione peggiorerà senza intervento comunità internazionale

- Advertisement -

AgenPress – Oltre la metà delle donne afgane subisce violenza durante la loro vita e una donna afghana muore per complicazioni legate alla gravidanza ogni due ore”, ha affermato il dott. Aleksandar Sasha Bodiroza, Rappresentante UNFPA in Afghanistan.  (UNFPA è l’agenzia delle Nazioni Unite per la salute sessuale e riproduttiva)

“La loro situazione peggiorerà se la comunità internazionale non agirà, e agirà presto”, ha aggiunto.  

- Advertisement -

L’UNFPA in un rapporto ha citato il suo partner UNOCHA dicendo che quasi l’80% dei 670.000 sfollati interni in Afghanistan sono donne e bambini.

“Oltre 97.000 donne e ragazze, uomini e ragazzi hanno avuto accesso ai servizi nell’ottobre 2021 attraverso 171 Family Health House, 20 team sanitari mobili, quattro cliniche di emergenza e altri punti di consegna in tutto il paese. L’UNFPA sta intensificando gli sforzi e ampliando le sue basi per raggiungere più persone”, afferma il rapporto.  

L’organizzazione ha affermato di aver sostenuto alcune strutture sanitarie nel mantenere i loro servizi, compresa l’assistenza ostetrica per le 21.500 donne incinte stimate.  

- Advertisement -

“Continuiamo a sostenere gli sforzi per garantire che le donne e le ragazze possano partorire in sicurezza e vivere libere dalla violenza”, ha affermato il dott. Bodiroza. “I diritti umani e la dignità di tutto il popolo afghano, in particolare delle donne e delle ragazze, devono essere protetti e rispettati se vogliamo mantenere i risultati ottenuti negli ultimi due decenni”. 

Il rapporto ha espresso preoccupazione per la crisi umanitaria che incombe in Afghanistan in vista di un “rigido inverno”.  

 “Le donne afghane devono anche essere in prima linea negli sforzi di aiuto umanitario e continuare a fornire servizi a donne e ragazze vulnerabili che rimangono profondamente dipendenti dai servizi forniti da altre donne”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati