Afghanistan. Talebani cancellano 5 istituzioni, tra queste la Commissione per i diritti umani

- Advertisement -

AgenPress – Sono trascorsi più di otto mesi dalla ripresa del potere dell’Emirato islamico nel Paese e Bilal Karimi, vice portavoce dell’Emirato islamico, ha annunciato lo scioglimento di cinque istituzioni.

“I reparti che non stanno svolgendo le proprie attività sono attualmente inattivi. In qualsiasi momento, se necessario, verranno riattivati. ha affermato Bilal Karimi, vice portavoce dell’Emirato islamico.

- Advertisement -

La Commissione per i diritti umani, il Consiglio di sicurezza nazionale, la Commissione per la supervisione dell’attuazione della Costituzione, il Segretariato del Senato e la Camera dei rappresentanti dell’Alto Consiglio per la riconciliazione sono tra le istituzioni che sono state sciolte.

Nel frattempo, Human Rights Watch ha risposto affermando che lo scioglimento di tali istituzioni è una battuta d’arresto nel settore dei diritti umani in Afghanistan.

“Ieri è stata una giornata particolarmente buia per i diritti umani in Afghanistan, l’annuncio dei talebani di aver formalmente abolito la commissione indipendente per i diritti umani dall’Afghanistan rappresenta un grave passo indietro per l’Afghanistan in termini di rispetto dei diritti umani e rispetto che godrà come Paese a livello globale. La commissione per i diritti umani è quella che è conosciuta come un’istituzione nazionale per i diritti umani e ogni paese del mondo dovrebbe avere una di queste istituzioni…”, ha affermato Heather Barr, direttrice associata per i diritti delle donne presso Human Rights Watch (HRW).

- Advertisement -

Gli analisti ritengono che con lo scioglimento di alcune istituzioni, non solo questi dipartimenti saranno sistematicamente aboliti, ma aumenteranno anche il livello di disoccupazione e povertà nel Paese.

“Tali decisioni aumenteranno il livello di disoccupazione e rappresenteranno una grande sfida per il popolo afghano. I talebani devono agire in modo responsabile”, ha affermato Shukria Barakzai, ex diplomatico.

“I talebani vogliono il potere assoluto e non possono accettare che una struttura sistematica controlli le loro prestazioni. Quindi vediamo che l’Afghanistan si sta lentamente muovendo verso l’assolutismo e, in assenza di tali istituzioni, il popolo afghano sarà privato dei suoi diritti fondamentali e avremo un sistema tale che qualunque cosa dicano i talebani sarà accettata”, ha affermato Shabnam Salehi, ex commissario afgano per i diritti umani.

L’Emirato islamico afferma che queste istituzioni verranno riattivate in caso di necessità in futuro.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati