Afghanistan. Vietata coltivazione e vendita di droghe illecite. Per i trasgressori si applica la sharia

- Advertisement -

AgenPress – Il leader supremo dell’Emirato islamico Mawlawi Hebatullah Akhundzada in un decreto domenica ha annunciato un “divieto rigoroso” alla coltivazione del papavero, nonché all’uso e al traffico di tutti i tipi di droghe illecite.

Il decreto, letto dal portavoce dell’Emirato islamico Zabihullah Maujahid, afferma che esiste un “divieto rigoroso” sull’uso e sul traffico di “tutti i tipi di droghe illecite” come bevande alcoliche, eroina, “Tablet K”, hashish e altri.

- Advertisement -

Il decreto vieta anche la produzione di droghe illecite.

“Se qualcuno viola il decreto e coltiva il papavero, il suo raccolto verrà distrutto e il trasgressore sarà punito in base alla legge della Sharia“, si legge nel decreto.

«L’applicazione di questo decreto è obbligatoria. I trasgressori saranno perseguiti e puniti dalla magistratura”, si legge nel decreto.

- Advertisement -

Annunciando il decreto, il vicepremier Hanafi ha chiesto alla comunità internazionale di collaborare con l’Emirato islamico nel trattamento dei tossicodipendenti e nella ricerca di attività alternative per gli agricoltori.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati