Dati Covid in tempo Reale

All countries
160,789,376
Confermati
Updated on 12 May 2021 17:35
All countries
139,540,039
Ricoverati
Updated on 12 May 2021 17:35
All countries
3,338,258
Morti
Updated on 12 May 2021 17:35
spot_img

Ammirare i delfini nel Santuario Internazionale dei Cetacei

Poche cose riescono ad emozionare e sorprendere come un’escursione presso il santuario dei cetacei, un’esperienza consigliata a grandi e piccoli, realizzabile imbarcandosi da Viareggio


AgenpressNon tutti sanno che c’è una zona che va dalla Toscana sino alla Francia in cui è possibile vedere i delfini e i grandi cetacei da vicino: si tratta del Santuario Pelagos, una riserva internazionale istituita nel 1999 grazie ad un accordo tra Italia, Francia e Principato di Monaco. Qui delfini, balene e altre specie come pesci spada, tonni, pesci luna ma anche mante e tartarughe godono di pace e tranquillità e gli esseri umani possono ammirarli in tutta la loro bellezza selvaggia.

L’area si estende a nord del Mar Tirreno, attorno alle isole dell’Arcipelago Toscano fino alla Provenza e trova a Viareggio uno dei principali punti di partenza per andare alla scoperta di questi meravigliosi animali, guidati da biologi marini e skipper esperti. Il Grand Hotel Principe di Piemonte è il luogo ideale per soggiornare a Viareggio, non solo per il suo superbo servizio, ma anche perché si trova a solo mezz’ora di passeggiata da Piazza Palombari dell’Artiglio da cui è possibile salpare insieme ad un team esperto alla scoperta di un mondo inatteso e stupefacente.

 Il Santuario dei Cetacei

Il Santuario dei Cetacei ha proprio nella Toscana, e in particolar modo nel tratto di mare antistante Viareggio, uno dei luoghi preferiti dai delfini, che si esibiscono in spettacolari danze e salti per la gioia di turisti e curiosi, molto probabilmente grazie alla particolare ricchezza di plancton.

Tutto questo fa sì che proprio qui divenga possibile ammirare i delfini in grandi gruppi in qualsiasi periodo dell’anno ma in particolar modo tra maggio ed ottobre.

La stagione migliore per poter osservare balene, megattere e capodogli va dal mese di maggio fino ad ottobre anche se in realtà i cetacei sono osservabili tutto l’anno: ovviamente le condizioni meteo migliori per poter avere un’esperienza esaltante si trovano nei mesi primaverili ed estivi, quando il mare è calmo e le possibilità di avvistare i colossi del mare aumentano sensibilmente. L’estate, grazie ad un clima pressoché perfetto, è l’ideale per piccole e grandi escursioni in famiglia o con gli amici, durante le quali bambini ed adulti resteranno totalmente affascinati.

Sono diverse le cooperative che organizzano escursioni in giornata. Ad accompagnare i turisti sono biologi marini muniti di binocolo e dall’occhio esperto. Le visite sono in barca, con pranzo a bordo, e permettono di incontrare anche altri animali marini: tartarughe, mante, pesci spada, tonni, pesci luna, gabbiani e altri uccelli marini.

Ogni anno poi dal 2004 si svolge la Regata dei Cetacei tra Italia e Francia. L’evento, che si articola tra sport, cultura, ambiente ed intrattenimenti, si pone l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sulle risorse naturali dei nostri ecosistemi attraverso la scuola e la pratica sportiva.

 

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati