Dati Covid in tempo Reale

All countries
176,312,852
Confermati
Updated on 12 June 2021 21:55
All countries
158,513,743
Ricoverati
Updated on 12 June 2021 21:55
All countries
3,805,641
Morti
Updated on 12 June 2021 21:55

Arabia Saudita. Conferenza stampa tra Renzi e il principe bin Salaman. Ed è polemica

AgenPress – Matteo Renzi  prima di andare al Quirinale con la delegazione del suo partito per le consultazioni del presidente della Repubblica Sergio Mattarella,  ha avuto un colloquio con l’erede al trono saudita, il principe Mohammed bin Salaman, per trasformare Riad nel polo che guiderà la trasformazione dell’Arabia saudita.

L’incontro è avvenuto nell’ultimo giorno del summit della Future investment iniziative, ribattezzato come la “Davos del deserto”, un vertice internazionale organizzato nel 2017 dal principe erede saudita per attrarre investimenti stranieri nel Golfo. Il dialogo tra lui e Renzi è stato trasmesso in video nella seconda e ultima giornata della conferenza, a cui hanno partecipato 150 relatori, tra cui David Solomon, ceo di Goldman Sachs, Stephen Schwarzman, direttore del fondo di investimento Blackstone e Larry Fink, ceo della società americana Blackrock.

Renzi ha sostenuto che “l’Arabia Saudita è il luogo del nuovo Rinascimento”, ma è stato travolto dalle critiche di quanti sui social hanno rimarcato che la situazione dei diritti umani in Arabia Saudita è piuttosto lontana dagli standard occidentali. In molti criticano la scelta del leader di Iv, bollando la sua decisione di partecipare alla conferenza per il futuro di Riad come “inopportuna e eticamente discutibile”.

Questo dialogo ha suscitato polemiche sui social. “Come si fa a offrire la propria consulenza a un Paese che non rispetta i diritti umani?”.

“Renzi a Riad con il discusso principe saudita Bin Salman ha parlato di Rinascimento in relazione ai progetti che la Future invenstment iniziative attraverso le società di riferimento come Neom e The Read Sea Development vogliono realizzare: cosa c’entra il Rinascimento con la realizzazione sulle coste del Mar rosso in un’area marina protetta e incontaminata di 22 resort su 22 isole, di un aeroporto da 1 milione di passeggeri l’anno e della costruzione di una città, che si chiamerà The Line, da oltre 1 milione di abitanti lunga 172 km voluta dalla società Neom di cui è presidente del consiglio di amministrazione il principe saudita Bin Salman?”, ha dichiarato in una nota il coordinatore dei Verdi, Angelo Bonelli.

“In cambio di decine di migliaia di euro Matteo Renzi durante una intervista a Mohammed bin Salman gli ha espresso tutta la sua invidia per il costo del lavoro in Arabia Saudita. Il senatore di Rignano forse dimentica che in Arabia Saudita non esistono partiti politici e sindacati che tutelino i lavoratori. Questo signore che sta tenendo in scacco il Paese durante la pandemia, a meno che non abbia un gemello che si spaccia per lui, è lo stesso personaggio che presentò agli italiani il Jobs Act come la panacea di tutti i problemi dell’Italia”, ha affermato Maria Cristina Caretta, deputata di Fratelli d’Italia.

Non si è fatta attendere la replica del diretto interessato.  “L’Italia si sta giocando il futuro. La crisi deve decidere del Recovery plan, vaccini, scuole. Chi ha idee porta le idee al tavolo, chi non ne ha usa i diversivi, l’aggressione personale, la simpatia, il carattere. Il diversivo di oggi è la conferenza internazionale a Riad. Prendo l’impegno di discutere con tutti i giornalisti in conferenza stampa dei miei incarichi internazionali, delle mie idee sull’Arabia saudita, di tutto. Ma lo facciamo la settimana dopo la fine della crisi di governo. Adesso è del futuro dell’Italia non del futuro dei sauditi che stiamo discutendo”.

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati