Assicurazione RC auto: di cosa si tratta?

- Advertisement -

AgenPress. L’auto è oramai… di casa, nel senso che quasi sempre se ne possiede almeno una. Necessario, o meglio, obbligatorio, è allora assicurarla, per far fronte ad eventuali danni provocati a terzi durante il suo utilizzo.

Ed infatti l’RC auto (responsabilità civile auto) costituisce il contratto stipulato tra il soggetto assicurato e la compagnia assicurativa, a garanzia dei danni materiali o fisici causati dall’auto in proprio possesso a terzi in caso di sinistro. Il premio assicurativo muta in base a diversi fattori, come ad esempio la classe di merito dell’automobilista.

- Advertisement -

La copertura è contemplata anche in caso di auto in sosta o senza guidatore. E dura generalmente un anno, trascorso il quale è obbligatorio il rinnovo, con la medesima compagnia assicurativa con cui si è stipulato il contratto, oppure con un’altra.

È previsto tuttavia un periodo di tolleranza, solitamente di 15 giorni, che vede dunque temporaneamente estesa la validità della polizza assicurativa anche nel caso in cui non si sia ancora provveduto in tal senso.

L’assicurazione RC auto preserva non solo il proprietario del veicolo, ma chiunque sia alla guida del veicolo stesso, escludendo, però, colui che ha generato l’incidente, anche qualora egli stesso abbia riportato danni fisici. Intervengono allora sul punto – come vedremo specificamente di qui a breve – delle garanzie aggiuntive, totalmente facoltative, con cui “integrare” la propria copertura assicurativa.

Come scegliere la “migliore”?

- Advertisement -

Al momento di assicurare la propria auto, non è infrequente la scelta di rivolgersi ad assicurazioni online, in virtù dei tanti vantaggi offerti, in primis il costo più basso, ma anche l’indubbia praticità, data dalla possibilità di non muoversi di casa.

Ma come essere certi di optare per la “migliore”? Per quella che fa “al caso proprio”? Una risposta univoca in tal senso non si può fornire, perché entrano in gioco le necessità personali, e come tali variabili da individuo a individuo.

Utile allora si rivela, sul punto, richiedere un preventivo assicurazione RC auto, servendosi degli specifici comparatori a ciò predisposti. Attraverso l’inserimento dei dati personali e delle informazioni relative alla propria auto, sarà così possibile prendere visione delle diverse tariffe disponibili e confrontarle, selezionando poi quella più indicata per la propria persona.

Importante mettere in evidenza che il preventivo potrà essere personalizzato con l’aggiunta di quelle garanzie accessorie a cui abbiamo fatto poc’anzi riferimento, garanzie opzionali che è possibile prendere in considerazione per tutelare sé stessi ed il proprio veicolo da danni non risarciti dall’assicurazione RC auto.

Qualche esempio? Il Furto e Incendio, che protegge la vettura dai furti o dai danni successivi ad un tentativo di furto, come pure dai danni derivanti da incendi ed esplosioni; o l’Infortuni del conducente, che tutela colui il quale si trova alla guida del veicolo responsabile del sinistro, unico soggetto che – come abbiamo sottolineato – non è coperto dall’assicurazione in esame.

Come controllare la propria assicurazione RC auto

L’assicurazione RC auto è obbligatoria per legge, come anticipato ad inizio trattazione, ed è bene accertarsi che sia in corso di validità. Cosa che può essere verificata accedendo al Portale dell’Automobilista, digitando il numero di targa del proprio veicolo, ed attendendo informazioni in merito.

Qualora risultasse una mancata assicurazione, pur in presenza della stipulazione di un regolare contratto, andrà subito contattata la propria compagnia assicurativa, onde evitare eventuali sanzioni in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati