Australia. Fleming (GB), consiglieri hanno paura di dire la verità a Putin. La Cina stia attenta alla Russia

- Advertisement -

AgenPress – Il capo dell’agenzia britannica per la sicurezza e la sicurezza informatica, GCHQ, ritiene che la Russia abbia valutato male in maniera massiccia la situazione in Ucraina e alcuni dei consiglieri di Vladimir Putin non gli stiano dicendo la verità.

Sir Jeremy Fleming ha tenuto un discorso durante la visita in Australia in cui ha affermato che i soldati russi – a corto di armi e morale – si erano rifiutati di eseguire gli ordini, sabotavano il proprio equipaggiamento e persino abbattuto accidentalmente il proprio aereo.

- Advertisement -

I consiglieri di Putin hanno paura di dirgli la verità, ha detto, ma quello che sta succedendo e la portata di questi errori di valutazione devono essere chiari al regime.

“Tutto si aggiunge all’errore di calcolo strategico che i leader occidentali avevano avvertito che sarebbe stato Putin. È diventata la sua guerra personale, con il costo pagato da persone innocenti in Ucraina e, sempre più, anche dai normali russi”.

Fleming ha affermato che gli interessi a lungo termine della Cina non sono ben serviti da un’alleanza con un Paese che ignora le “regole della strada” internazionali.

- Advertisement -

Ma mentre ha affermato che il Cremlino vede la Cina come un mercato per il suo petrolio e gas e un modo per aggirare le sanzioni, il presidente cinese Xi ha una visione più sfumata della relazione.

La Cina non ha condannato l’invasione dell’Ucraina e Sir Jeremy ha affermato che con “un occhio alla riconquista di Taiwan”, Xi non vorrebbe fare nulla che possa limitare le sue azioni in futuro.

Potrebbe calcolare che in realtà lo aiuta a opporsi agli Stati Uniti e Pechino sta cogliendo l’occasione per acquistare idrocarburi russi a buon mercato.

“La Russia comprende che, a lungo termine, la Cina diventerà sempre più forte militarmente ed economicamente. Alcuni dei loro interessi sono in conflitto; la Russia potrebbe essere esclusa dall’equazione”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati