Binetti (Udc): dibattito su impegno cattolici in politica con Card. Bagnasco

- Advertisement -

AgenPress.  “Il Catechismo della Chiesa cattolica commentato da 23 cardinali sarà al centro del dibattito in Senato oggi pomeriggio, per affrontare un quesito essenziale nel dibattito politico attuale: qual è il ruolo e quali sono le responsabilità personali che hanno i cattolici impegnati in politica in un contesto come quello in cui stiamo vivendo. L’impegno dei cattolici nel mondo politico appare oggi come un orizzonte difficile da mettere a fuoco perché coinvolge tutta una serie di questioni con un fortissimo impatto sull’opinione pubblica, come sta accadendo con temi come la vita e la morte, la libertà e le dipendenze, la pace e la guerra, la famiglia e la sessualità, ma anche il lavoro e le rendite di posizione, comprese quelle da reddito di cittadinanza.

 

- Advertisement -

Tutto costituisce un’area ad altissima potenza di confronto tra visioni spesso opposte e contraddittorie. C’è anche la dimensione dell’impegno sociale, dell’inclusione, del contrasto alla povertà, della promozione dello sviluppo personale, familiare, sociale, delle politiche per i migrati e della cultura dell’accoglienza. Difficile fare sintesi tra tante sollecitazioni puntando a rimanere legati alla cultura cattolica, così come emerge dal Catechismo stesso della Chiesa, letto nella prospettiva della attualizzazione da ben 23 cardinali del mondo intero.

 

Anche loro così simili nelle comuni radici della fede e così diversi nella molteplicità delle esperienze personali e pastorali. Tutto ciò assume per il cattolico impegnato in politica anche una rappresentazione pubblica che lo espone al giudizio degli altri, che facilmente passano dallo scandalo all’apprezzamento, ma più spesso misurano l’impegno politico del cattolico alla luce dei propri valori, delle proprie aspettative e delle proprie necessità. Perché la dimensione pubblica dell’agire politico ha sempre un suo rispecchiamento nel giudizio di consenso o di dissenso degli altri.

- Advertisement -

 

Non c’è solo la propria coscienza, c’è anche l’incalzante quesito di chi dal politico pretende risposte che si misurano nella sua coscienza e nella sua valutazione valoriale. È la grande trappola in cui è facile scivolare nell’agire politico quotidiano: la tirannia del consenso, che per altro in politica è conditio sine qua non per continuare a fare politica. E’ la trappola del voto; il sottile ricatto della possibile ri-elezione. E al cattolico che decide di fare politica si pone sempre questa sottile linea di confine tra la propria coscienza e il consenso dei potenziali elettori. “

 

Lo afferma la senatrice dell’Udc Paola Binetti, promotrice della presentazione del libro ‘23 cardinali commentano il catechismo della Chiesa Cattolica’, che si terrà oggi pomeriggio alle 17 nella Sala Zuccari del Senato, alla quale, tra gli altri, parteciperà anche il Cardinale Angelo Bagnasco.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati