British Petroleum cederà la sua partecipazione del 19,75% nel colosso energetico russo Rosneft

- Advertisement -

AgenPress – Il gigante petrolifero British Petroleum  cederà la sua partecipazione del 19,75% nella compagnia petrolifera statale russa Rosneft, secondo una dichiarazione della compagnia.

“Il consiglio di bp ha annunciato oggi che BP abbandonerà la sua partecipazione in Rosneft. Bp detiene una partecipazione del 19,75% in Rosneft dal 2013”, si legge nella dichiarazione pubblicata domenica.

- Advertisement -

Anche l’amministratore delegato Bernard Looney si dimetterà immediatamente dal consiglio di Rosneft, secondo la dichiarazione.

Il presidente di Rosneft, Igor Sechin, è uno stretto alleato del presidente Putin. Rosneft fornisce carburante all’esercito russo.

La società ha deciso di “disinvestire”, il che significa che reciderà i suoi legami finanziari con Rosneft, smetterà di prendere un dividendo e farà un passo indietro dai suoi due seggi nel consiglio di amministrazione.

- Advertisement -

L’azienda è stata sotto pressione per la sua partecipazione di quasi il 20% – venerdì si dice che il segretario agli affari del Regno Unito Kwasi Kwarteng abbia detto al capo della compagnia petrolifera Bernard Looney della sua “preoccupazione” per il coinvolgimento.

“L’attacco della Russia all’Ucraina è un atto di aggressione che sta avendo tragiche conseguenze in tutta la regione”, ha dichiarato il presidente della BP Helge Lund in una nota.

“BP opera in Russia da oltre 30 anni, lavorando con brillanti colleghi russi. Tuttavia, questa azione militare rappresenta un cambiamento fondamentale.

“Ha portato il consiglio di amministrazione della BP a concludere, dopo un processo approfondito, che il nostro coinvolgimento con Rosneft, un’impresa statale, semplicemente non può continuare”.

Looney ha detto che “come tanti” altri era “profondamente scioccato e rattristato dalla situazione che si stava svolgendo in Ucraina”, il che ha spinto la società “a ripensare fondamentalmente alla posizione di bp con Rosneft”.

“Sono convinto che le decisioni che abbiamo preso come consiglio non solo siano la cosa giusta da fare, ma siano anche nell’interesse a lungo termine di bp”, ha aggiunto l’amministratore delegato.

Il presidente di BP Helge Lund ha aggiunto che “la holding di Rosneft non è più allineata con il business e la strategia di bp”.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati