Bucha. Per Lavrov è messa in scena. Sì ad accordo con Ucraina e dialogo “onesto” con Occidente

- Advertisement -

AgenPress –  “Questi politici non hanno la coscienza pulita”. Così il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov ha risposto alle parole del presidente americano Joe Biden che ha definito “un criminale di guerra” il presidente russo Vladimir Putin. Lo riferisce l’agenzia Interfax.

La Russia presenterà “materiale” su quanto avvenuto a Bucha, intende “cogliere ogni opportunità per raggiungere un accordo con l’Ucraina” ed è pronta ad un dialogo “onesto” con l’Occidente.

- Advertisement -

“La situazione a Bucha è una messa in scena dell’Occidente e dell’Ucraina sui social network. La Russia considera la situazione a Bucha una provocazione che minaccia la pace e la sicurezza internazionale”.

“I contatti continuano in videoconferenza. Per quanto ne so le delegazioni lavorano in modo piuttosto intenso”, ha aggiunto in merito ai colloqui tra delegazioni russa e ucraina. “Durante i colloqui a Istanbul il 29 marzo – ha aggiunto Lavrov – abbiamo visto realismo da parte della delegazione ucraina. Dobbiamo ancora vedere come queste note di realismo si tradurranno in un linguaggio legale sulla carta”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati